Michela Olocco, si laurea nel 2014 in Ingegneria Edile al Politecnico di Torino a pieni voti con una tesi dal titolo “Edifici residenziali a sviluppo verticale. aspetti architettonici e di costo della tipologia edilizia Sunslice.” con relatori Manuela Rebaudengo e Franco Prizzon.
Durante gli anni universitari svolge il tirocinio formativo presso una Società d’Ingegneria che progetta principalmente edifici in struttura prefabbricata ed in opera che poi si trasforma in una collaborazione stabile non appena abilitata ed iscritta all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cuneo.
La propria esperienza lavorativa verte anche nel campo dell’urbanistica, della progettazione architettonica e dei lavori pubblici.
In forma volontaria, partecipa dal 2015 alla Commissione Edilizia del Comune di Vottignasco (CN), paese di origine.
Durante il 2016 si iscrive all’A.G.I.C. dopo aver conosciuto alcuni componenti dell’Associazione durante la frequentazione del Corso di Specializzazione in Materia di Prevenzione Incendi.
In quell’occasione ha potuto constatare come vi siano temi che riguardano la professione dell’ingegnere oltre all’ambito specialistico di competenza: temi di natura trasversale, che riguardano la tutela della professione e del libero professionista.

Questo maggiore interesse per il ruolo che dovrebbe avere l’Ordine, ha portato alla sua candidatura per il rinnovo del Consiglio Direttivo, che si augura sia vero e di svolta rispetto all’attuale.