Domenico Scotta, ingegnere aeronautico ad indirizzo energetico, vive a Villanova Solaro dove detiene la sede della propria attività di libero professionista che si svolge prevalentemente sul territorio ed in cantiere.
Laureatosi al Politecnico di Torino con una tesi sullo sviluppo dell’energia eolica e prestato il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, svolge un periodo di lavoro presso l’Unione Industriale di Torino e viene assunto dalla Gilardini di Torino.
Inquadra subito che la propria vocazione professionale è quella del libero professionista e si dedica quindi ad un breve apprendistato presso alcune società di ingegneria, per iniziare l’attività in proprio dal 1995 occupandosi di progettazione e direzione lavori di impianti, attività di commissioning, servizi manutenzione e assistenza on line, ricoprendo i ruoli di sistemista energy manager, project manager, consulente tecnico commerciale ed energetico.
Si occupa di riqualificazione energetica di immobili per Agipservizi, Cofely, Engie, Olicar e FIAT, progetta centrali termiche per il teleriscaldamento ed il sistema di gestione e di telecontrollo di numerosi impianti termici per le A.S.L. della Regione (Vercelli, Novara, Milano, Orbassano, Collegno, Nichelino) e fuori dal Piemonte come quello di Cinisello Balsamo e A.S.L. Roma.
Attualmente ricopre il ruolo di Ingegnere Sistemista per la BEMS Trend Control Systems, società inglese, con cui si occupa di telecontrollo e gestione per Euronics, Bricoman, Self, Leroy Merlin e Banca PICTET e di ingegnere consulente tecnico commerciale per azienda leader nel settore della distribuzione dell’energia elettrica.
E’ anche consulente energy manager tecnico presso un’azienda operante nel global service energetico con sede ad Asti.
Segue da sempre le attività dell’A.G.I.C. – Associazione Giovani Ingegneri Cuneo, contribuendo tecnicamente al sostegno delle attività innovative e proiettate verso il futuro dell’Associazione e ne diventa Socio “fuori quota anagrafica”.

Nel 2017 decide di candidarsi per la prima volta per il rinnovo del Consiglio Direttivo dell’Ordine degli Ingegneri di Cuneo per dare il proprio apporto di esperienza e dinamismo all’istituzione, che ritiene ferma da troppo tempo su alcuni punti e posizioni ormai non più attuali e da rivedere.