Alessio Barberis nasce ad Alba, città in cui frequenta le scuole superiori prima di iscriversi alla Facoltà di Ingegneria Edile del Politecnico di Torino dove consegue la Laurea nel 2014: nello stesso anno si abilita e si iscrive all’Ordine degli Ingegneri di Cuneo.
Risiede in Govone dove lavora come libero professionista specializzato in termotecnica e in progettazione mediante l’uso della metodologia B.I.M. – Building Information Modelling, occupandosi anche di stime e perizie immobiliari, nonché di antincendio come professionista iscritto agli elenchi del Ministero dell’Interno.
Nel novembre 2014 rileva dal padre Franco, Ingegnere Civile in Govone, la società Habitat S.a.s., che amministra tutt’ora in qualità di socio accomandatario e con la quale esegue alcune operazioni immobiliari di immobili da investimento.
Ad inizio 2015 prende in mano lo studio professionale del padre, scomparso prematuramente, ed avvia il proprio percorso professionale nell’ambito dell’ingegneria edile, modificando l’impostazione e la struttura dello studio in base alle proprie inclinazioni personali: nello stesso periodo intraprende una collaborazione come Studio Tecnico Associato con il Geom. Roberto Vola di Diano D’Alba, studio specializzato in consulenza impiantistica e prevenzione incendi.
E’ attivo sul proprio territorio, a cui è fortemente legato, spendendosi nel supporto all’organizzazione di attività per le feste patronali per la Pro Loco di Canove.
Ad inizio 2016 entra a far parte dell’A.G.I.C. – Associazione Giovani Ingegneri Cuneo, assumendo la funzione di Referente Territoriale per la zona di Alba nell’estate dello stesso anno.
Partecipa tutt’ora attivamente alle iniziative dell’Associazione occupandosi dell’organizzazione degli eventi formativi e dell’accreditamento degli stessi, nonché come moderatore di alcuni eventi formativi.
A gennaio 2017 viene nominato Coordinatore del Core Group Inarsind Cuneo con l’incarico di esperire le procedure necessarie alla fondazione della nuova sezione provinciale di Inarsind Cuneo, partecipando ad incontri a Roma ed interfacciandosi con la struttura nazionale ed il Collegio Direttivo Nazionale Inarsind.

Forte dell’esperienza maturata a livello provinciale e nazionale con Inarsind, si candida al Consiglio Direttivo dell’Ordine degli Ingegneri di Cuneo proponendo con forza la necessità di superare la distanza geografica del proprio territorio con la sede centrale tramite una maggior integrazione del territorio alle attività ordinistiche.